Pasticciotti salentini (box da 4)

10,00

La nascita del pasticciotto risale almeno al XVI secolo come testimoniato dal ricettario (1570) di Bartolomeo Scappi, originario di Dumenza, che faceva parte della confraternita dei cuochi e dei pasticceri di Roma. La ricetta si è mossa all’interno di ambienti religiosi fino a giungere nel Salento, a Nardò, ma ha avuto la massima evoluzione artigianale negli anni ’70 a Galatina, dove è stato prodotto e commercializzato, nella tipica forma ovale, all’inizio del ‘900 dal maestro pasticcere Luigi Sabella. Spennellato di albume d’uovo prima della cottura in forno, il pasticciotto raggiunge la sua tipica doratura ambrata e lucida.

La tradizionalità del prodotto è assicurata dalla provenienza locale delle materie prime e dal metodo di produzione che avviene secondo tradizioni familiari che ne conservano tutte le caratteristiche qualitative.È tipica abitudine dei salentini consumare questo dolce appena sfornato e ancora caldo durante le prime ore della giornata per la prima colazione.